Seguici su

Cerca nel sito

Licenziamenti alla Opel di Fiumicino, De Vecchis: “Boicottare i prodotti francesi”

Il senatore della Lega: "Ai francesi arriverà la nostra voce, in Italia non si possono lasciare per strada lavoratori onesti"

Fiumicino – “Hanno prima sfruttato il nostro lavoro e il nostro territorio e ora licenziano ingiustamente 62 lavoratori”.

Lo dichiara, in una nota, il senatore della Lega e vicepresidente della Commissione lavoro di Palazzo Madama, William De Vecchis, a seguito della decisione presa dal colosso automobilistico di chiudere lo stabilimento di Fiumicino e licenziare 62 operai (leggi qui).

“L’atteggiamento della Opel di Fiumicino è inaccettabile, arrogante e irrispettoso ma noi ci faremo sentire, con la protesta organizzata sotto alla Opel e in ogni sede istituzionale, a partire dalla Commissione lavoro del Senato, che ad oggi presiedo, e dove porterò subito il problema all’attenzione di tutti”.

Aggiunge De Vecchis e continua: “Ai francesi arriverà la nostra voce, forte e chiara, devono capire che in Italia non si possono lasciare per strada, senza alcun motivo, lavoratori onesti”.

“Chiediamo, come Lega, a tutta la città e all’Amministrazione comunale – conclude il senatore –  di far sentire a questi 62 lavoratori vicinanza e solidarietà, manifestando dissenso e boicottando ogni singolo prodotto francese. Non abbandoneremo mai chi ha subito questa ingiustizia“.

(Il Faro online)