Seguici su

Cerca nel sito

Chiusura di via Trincea delle Frasche, residenti pronti al blocco stradale

Nel frattempo il legale del Comitato Spontaneo Isola Sacra prepara una diffida da inviare a tutte le Istituzioni coinvolte

Fiumicino – Serrande abbassate, negozi chiusi e crollo delle vendite. A oltre un anno dalla chiusura dell’incrocio di via Trincea delle Frasche (leggi qui), residenti e commerciati sono pronti alla battaglia legale contro le Istituzioni, minacciando, come protesta, anche un blocco stradale.

“Ho clienti, o meglio, avevo clienti che venivano non solo da Ostia o Fiumicino, ma da tutta Italia – racconta Stefania, proprietaria di una concessionaria aperta nel 2005 -. Ora con la viabilità ridotta, i collegamenti pubblici mancanti e taxi abbastanza costosi, i profitti sono calati di molto, quasi dimezzati“.

L’assemblea pubblica del Comitato Spontaneo Isola Sacra

Un ritornello che si ripete anche in altri esercizi commerciali della zona: “Da quando quell’incrocio è chiuso ho perso la metà dei clienti“, dice Alessandro che su via Trincea delle Frasche ha un negozio di animali ed esche vive. “Sono 15 anni che ho questo tabaccaio e mai come in questi ultimi mesi gli affari stanno andando malissimo – incalza Orietta -. Ho perso circa il 30 per cento dei guadagni“.

Per molti dei residenti la situazione è invivibile. All’ennesima assemblea convocata dal presidente del Comitato Spontaneo Isola Sacra, Fabrizio Pagliuca, per discutere il da fare, le lamentele presto lasciano il posto alla rassegnazione: “E’ più di un anno che discutiamo di quei new jersey e cosa è cambiato? Nulla. Dal Comune sembrano tutti sordi, ci hanno dimenticato“.

L’assemblea pubblica si è  svolta in contemporanea alla Commissione Lavori Pubblici del 7 novembre 2019. Durante la Commissione, i consiglieri Poggio e Severini hanno chiesto delucidazioni sulla chiusura dello svincolo. “E’ una scelta amministrativa di volontà politica – è la risposta – L’ordinanza permane”.

L’ordinanza al quale è stato fatto riferimento è la numero 17 del 24 febbraio 2019 (clicca qui per leggere l’ordinanza). Con questo documento provvisorio, emanato dal sindaco Montino dopo gli incontri con il Prefetto, cambia la viabilità della zona.

I residenti davanti al Comune di Fiumicino a colloqui con i consiglieri Severini e Poggio

L’ordinanza temporanea, tuttavia, non sarebbe legata al doppio senso di marcia sul pone della Scafa, bensì ai lavori dello stesso ponte. In altre parole, l’ordinanza potrebbe essere revocata solo nel momento in cui saranno conclusi i lavori del nuovo ponte della Scafa.

Questo è stato spiegato dai consiglieri Severini e Poggio ai residenti di via Trincea delle Frasche che, appreso della Commissione, hanno lasciato l’assemblea per raggiungere il Comune di Fiumicino. Al loro arrivo la Commissione si era però conclusa. “E’ una scelta amministrativa di volontà politica. L’ordinanza permane“, è stato ribadito.

La rabbia dei residenti è tanta. E mentre il legale del Comitato Spontaneo Isola Sacra sta preparando una diffida da inviare a tutte le Istituzioni coinvolte, i cittadini, stanchi della situazione, minacciano il blocco stradale: “Se non si riapre via Trincea delle Frasche scenderemo in strada e bloccheremo il traffico fino a quando non sarà riaperto l’incrocio. Non si può andare avanti così“.

(Il Faro online)