Seguici su

Cerca nel sito

Dominik Paris, l’Arma dei Carabinieri visita il campione. Forse oggi le dimissioni

Il comandante Cuneo fa visita al campione ricoverato dopo l’infortunio al ginocchio. Operato mercoledì ad Ortisei, potrebbe essere dimesso oggi stesso

Ortisei – Superata perfettamente l’operazione di ricostruzione del legamento crociato, che durante l’allenamento di martedì scorso aveva fatto crack azzerando in un attimo i sogni di vittoria rassegnatosi ormai al dispetto arrecatogli dalla sorte, per Dominik Paris adesso è il momento di godersi l’affetto e la vicinanza delle persone più care e della miriade di tifosi che hanno cercato di regalargli un gesto di conforto: parole di incoraggiamento, messaggi sui social, dimostrazioni di stima, iniezioni di fiducia.

Ieri mattina è stata la volta della sua “famiglia sportiva”, il Centro Sportivo Carabinieri, che rappresentato dal suo numero uno, il comandante colonnello Gianni Massimo Cuneo gli ha portato il calore dei colleghi sportivi e di tutta l’Arma dei Carabinieri con una visita al Dolomiti Sportclinic di Ortisei, la struttura nella quale il campione azzurro è ricoverato per la degenza post operatoria.

Il Colonnello Cuneo, affiancato per l’occasione dal maresciallo Davide Carrara, capo della sezione sport invernali del Centro Sportivo Carabinieri di Selva di Val Gardena, ha speso parole di apprezzamento per quanto di straordinario Dominik abbia saputo far vedere finora tra le porte dei tempi della velocità del circo bianco, da Lake Louise a Wengen, passando per le due trionfali gare di Bormio. Anche grazie a questa grande ventata di affetto che continua a fargli sentire il supporto di chi gli vuole bene, Dominik è apparso sereno e soprattutto fiducioso in un recupero totale, rassicurato e consapevole dall’ottimo esito dell’intervento chirurgico. L’operazione è stata eseguita per riparare i danni causati dal terribile infortunio che ha decretato uno stop inesorabile a quella che sembrava la stagione della sua ulteriore consacrazione tra gli uomini più veloci delle nevi: due vittorie, due secondi posti e il quarto posto nella classifica generale di Coppa del Mondo, il secondo in quella di specialità, alle spalle del rivale più agguerrito, il vice campione olimpico dal passaporto svizzero Beat Feuz.

Dalla clinica di Ortisei si parla di una dimissione che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, forse addirittura nella giornata di oggi; sarebbe un altro importante step nel percorso di recupero che si spera Dominik sappia poter completare con successo e alla massima velocità, proprio come sa fare sulle piste di tutto il mondo.

(Il Faro on line)