Seguici su

Cerca nel sito

Pomezia, all’Istituto Largo Brodolini un evento per dire “no” all’antisemitismo

Grande partecipazione all'incontro promosso dall’Istituto per ricordare le vittime della Shoah e condannare le scritte antisemite apparse all'ingresso della scuola

Pomezia – Grande partecipazione in sala in segno di protesta contro le scritte antisemite apparse di fronte alla scuola e al liceo Pascal (leggi qui). Sentita partecipazione all’incontro promosso dall’Istituto d’istruzione superiore Largo Brodolini, con il patrocinio del Comune di Pomezia, in ricordo di tutte le vittime dell’Olocausto. Sala gremita di persone per manifestare sostegno e vicinanza dopo l’atto vandalico che ha visto scritte antisemite di fronte all’istituto scolastico e al liceo Pascal.

Un momento di riflessione con letture e contributi dedicati alla giornata per stimolare negli studenti una riflessione sul tema e contribuire a preservarne la memoria. Durante l’evento il Sindaco Adriano Zuccalà a nome dell’Amministrazione comunale e della Città tutta ha consegnato una targa commemorativa a Gabriele Sonnino, scampato al rastrellamento del ghetto di Roma nel 1943.

“Il Giorno della Memoria – ha evidenziato il Primo Cittadino – rinnova le riflessioni sulla Shoah, sulle leggi razziali e la persecuzione e rende omaggio alle vittime e a tutti coloro che hanno rischiato la propria vita per proteggere i perseguitati. Ci preoccupa vedere ancora oggi segnali di antisemitismo e di esaltazione delle ideologie fasciste. Non abbiamo alcuna intenzione di arretrare nella nostra lotta contro il fascismo: ripercorrere queste tragiche pagine di storia attraverso racconti di vita vissuta vuole mettere in luce le atrocità del passato in modo che forme così subdole di violenza non si ripetano più”.

(Il Faro online)