Seguici su

Cerca nel sito

Movida e balneazione, 15mila controlli ma solo 60 multe a Roma e Ostia

Controlli, il bilancio del primo week end post-lockdown della Polizia locale. Sanzionato un chiosco di spiaggia libera che affittava lettini e ombrelloni

Ostia – Aveva schierato lettini e ombrelloni da affittare ai bagnanti, nonostante la stagione balneare inizi il 29 maggio. Per questo motivo il balneare è stato sanzionato. E’ una delle sessanta multe scattate tra 15mila contro0lli svolti dalla POlizia locale nel fine-settimana. Il primo post-lockdown.

E’ uno dei risultati conseguiti dai vigili urbani della Polizia locale di Roma Capitale impegnati nei controlli a tutela della salute pubblica. In un comunicato, il Comando Generale comunica sono stati “oltre 15.000 gli accertamenti riguardanti le norme a tutela della salute pubblica, circa un migliaio le persone controllate”. Circa duemila gli uomini messi in campo per effettuare “verifiche presso attività commerciali, parchi, capolinea dei bus, con particolare attenzione alle zone della movida, per la formazione di assembramenti e sul litorale di Ostia, dove le pattuglie sono state impegnate per il rispetto delle disposizioni riguardanti l’utilizzo degli arenili”.

Complessivamente, nelle due giornate, sono state “poco più di una sessantina le irregolarità riscontrate”.

Violazioni hanno riguardato alcune persone che prendevano il sole in spiaggia. Il titolare di un chiosco di spiaggia libera è stato sanzionato per inottemperanza ai divieti previsti dalla Regione Lazio per la relativa apertura prevista per il 29 maggio e per aver consentito inoltre lo stazionamento sull’arenile con lettini ed ombrelloni. E’ la risposta del Comando generale della Polizia locale alla nostra segnalazione riguardo alla scarsità di controlli sulle spiagge (leggi qui).

Circa 4500 gli accertamenti svolti solo nell’orario serale e notturno nelle aree tipiche della movida, con presidi fissi nelle principali piazze e servizi dinamici per evitare assembramenti. Da Trastevere a San Lorenzo, dal quartiere Monti e principali zone del Centro Storico a piazza Bologna, le pattuglie hanno portato avanti una costante attività di dissuasione, intervenendo con sanzioni solo in caso di comportamenti irregolari persistenti o in caso di inottemperanza. A Ostia molte lamentele da parte dei residenti ma pochi controlli sulla movida (leggi qui).