Seguici su

Cerca nel sito

Le Rubriche di Il Faro Online - Papa & Vaticano

Covid-19, l’appello del Papa: “Curare le persone, sono più importanti dell’economia”

Il Pontefice: "Da una crisi come questa non si esce uguali, come prima: si esce o migliori o peggiori"

di FABIO BERETTA

Città del Vaticano – “Faccio appello affinché non manchi a nessuno l’assistenza sanitaria. Curare le persone, non risparmiare per l’economia. Curare le persone, che sono più importanti dell’economia. Noi persone siamo tempio dello Spirito Santo, l’economia no”.

Al termine del Regina Coeli, pregato in piazza San Pietro con i fedeli dopo tre mesi di lockdown (leggi qui), Papa Francesco lancia un ulteriore appello a tutti i governanti del mondo affinché gli sforzi maggiori sia fatti per curare le persone e non l’economia.

La preghiera del Pontefice arriva dopo aver ricordato l’Amazzonia, duramente provata dalla pandemia (solo per fare un esempio, il Brasile è oggi il quarto paese al mondo per numero di contagi, ndr). Il pensiero di Bergoglio va poi a tutti quelli che, durante queste settimane di epidemia, “hanno offerto e offrono la loro testimonianza di cura per il prossimo. Ricordo con gratitudine e ammirazione tutti coloro che, sostenendo i malati in questa pandemia, hanno dato la loro vita. Preghiamo in silenzio per i medici, i volontari, gli infermieri, tutti gli operatori di salute e tanti che hanno donato la loro vita in questo periodo”.

E conclude: “Voi sapete che da una crisi come questa non si esce uguali, come prima: si esce o migliori o peggiori. Che abbiamo il coraggio di cambiare, di essere migliori, di essere migliori di prima e poter costruire positivamente la post-crisi della pandemia”.

(Il Faro online) – Foto © Vatican Media