Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Fastweb Cup 2020, parata di stelle in pista. Tortu, Tamberi e Re in gara

Si preannuncia una competizione esaltante quella di sabato prossimo al Guidobaldi. Andreaw Howe torna nel lungo. La Bogliolo nei 100 ostacoli

Rieti – Si prepara una competizione di stelle a Rieti sabato pomeriggio. Al Guidobaldi in occasione della Fastweb Cup 2020 – Città di Rieti, scenderanno in pista i migliori gioielli azzurri dell’atletica italiana.

A guidarli per questo evento purtroppo a porte chiuse, ma ugualmente entusiasmante sul piano agonistico, saranno loro, Filippo Tortu e Gianmarco Tamberi. Una competizione emozionante, per un’atletica che in questi giorni sta ripartendo e  con nuovi protocolli sanitari, anche in gara (leggi qui). Ha cambiato i piani  Gianmarco Tamberi, solo nelle ultime ore. Il campione mondiale a Portland ed europeo indoor di salto in alto delle Fiamme Gialle tenterà di migliorare il 2,30 conquistato in settimana (leggi qui):”E’ importante creare un po’ di soliditàha detto Gimbo, come riporta il sito ufficiale della Federazione Italiana Atletica Leggeraabbiamo deciso di posticipare di una settimana l’inizio del carico. Quella di Rieti è una bella pedana. Nel 2016 feci 2,36. Non mi bastò, valevo di più di quella misura”.

Tortu esordirà nei 100 metri e non vede l’ora di farlo (leggi qui): “Sono felice di poter tornare a gareggiare – ha detto il campione delle Fiamme Gialle alla trasmissione televisiva Quelli che il Calcionon vedo l’ora, e sono ancor più felice di poterlo fare in un posto che mi evoca il ricordo dell’anno scorso. Nessuna cornice avrebbe potuto essere migliore, anche perché Rieti è una città bellissima che mi piace molto”. Si arricchisce però il cast di stelle. Una squadra di campioni italiani di altissima qualità. Insieme a Filippo e Gimbo anche Davide Re che gareggerà invece nei 200 metri, per prepararsi all’esordio dei 400 a Savona il prossimo 16 luglio (leggi qui). Tre primatisti italiani in pista, praticamente. Tamberi, Tortu e Re. Ma non solo loro. Anche Andrew Howe parteciperà. E tornerà al suo vecchio amore. Il salto in lungo. La disciplina con cui ha esordito nell’atletica e che portò all’atleta dell’Aeronautica la medaglia d’argento mondiale ad Osaka nel 2007.

Per le gare di velocità, scenderà in pista anche Lorenzo Benati (Atl. Roma Acquacetosa), che affiancherà Re nei 200 metri per puntare al miglioramento del personale conquistato al Paolo Rosi due settimane fa. Nella gara destinata alla categoria femminile dei 200 metri, Mariabenedicta Chigbolu (Esercito) darà il meglio di sé. Con lei Irene Siragusa (Esercito), Alessia Pavese (Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco), Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre) e Chiara Melon (Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco).

Nel disco si prepara a scendere in pedana Giovanni Faloci (Fiamme Gialle), Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro), Alessio Mannucci (Atl. Livorno). Al femminile invece ecco Valentina Annibali (Esercito). Di casa al Guidobaldi. In gara anche Benedetta Benedetti (Studentesca Milardi Rieti). Nel giavellotto invece sarà impegnata Carolina Visca, per le Fiamme Gialle. Nei 100 ostacoli ci sarà Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro).

La presenza della Bogliolo anticipa il raduno che si svolgerà prima dell’evento proprio a Rieti, di tutti gli ostacolisti italiani, tra di essi anche Giulia Latini dei Carabinieri. Tra gli uomini sarà presente Lorenzo Perini (Aeronautica Militare). Accanto a lui in pista, la concorrenza del britannico Andrew Pozzi. Campione mondiale indoor di casa a Formia.

(Il Faro online)