Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, nuovo bar al Grassi: più comfort in ospedale

Inaugurato il nuovo bar all'interno dell'ospedale Grassi: la Asl Roma 3 incasserà 130mila euro di locazione l'anno. Più comfort per degenti e operatori

Ostia – Rinnovato nei locali e nuovo anche nella gestione, riapre il bar dell’ospedale G.B. Grassi. Il punto ristoro migliora il servizio per i degenti, per i loro familiari e per il personale che opera all’interno del nosocomio. E non solo: la Asl Roma 3 incasserà 130mila euro l’anno per la locazione.

Ostia

E’ stato il direttore generale della Asl, Vitaliano De Salazar, accompagnato dalla direttrice amministrativa aziendale Francesca Merli e dalla direttrice sanitaria dell’ospedale Maria Grazia Budroni, a tagliare il nastro e tenere a battesimo la struttura. Tra i presenti, numerosi medici, tecnici e infermieri.

Il bar è stato oggetto di una profonda ristrutturazione con la sostituzione dei banchi frigo e del bancone caffetteria. La nuova gestione è stata affidata alla Food Service, risultata vincitrice del bando pubblico curato dalla Asl Roma 3: oltre a garantire un tariffario concordato con l’amministrazione, corrisponderà un canone di locazione di 130mila euro l’anno. Nell’offerta alla clientela, è stata ampliata quella relativa alla gastronomia e alla ristorazione.

La disponibilità di un punto ristoro qualificato, ben fornito e ben pulito è particolarmente importante in un ospedale che ha un affollato punto di prelievo analisi, un efficiente polo per il trattamenti oncologici, una folta pattuglia di donatori di sangue e ambulatori polispecialistici. Il bar, infatti, costituisce punto di riferimento affinchè i pazienti a digiuno o reduci da lunghe attese possano rifocillarsi adeguatamente.

Si tratta di un piccolo ma rappresentativo tassello rispetto al piano di riqualificazione e di potenziamento dei servizi di questa azienda sanitaria – ha sottolineato con soddisfazione il dg Vitaliano De Salazar – Abbiamo avviato i lavori della Casa della Salute di Palidoro, stiamo procedendo ad assunzioni di medici e infermieri e, soprattutto, stiamo lavorando per la progettazione delle opere riguardanti l’ampliamento dell’ospedale Grassi finanziato dalla Regione Lazio“.