Seguici su

Cerca nel sito

Davide Re alla Coppa del Mondo di Bormio: “Felicissimo di aver ammirato Paris e di essere ospite delle Fiamme Gialle” foto

Invitato dalla sua squadra di appartenenza sulle nevi di Bormio, il primatista italiano dei 400 metri è stato accolto da Antonio Rossi e ha lui stesso provato le piste da sci

Bormio – Oggi, a Bormio sulle piste da sci che accolgono la prove di Coppa del Mondo un ospite d’eccezione: il primatista italiano dei 400 metri (leggi qui) e finalista nella staffetta 4×400 ai Campionati Mondiali di Doha, Davide Re, che prima di diventare un atleta di punta della nazionale azzurra di atletica, era un promettente atleta degli sport invernali e maestro di sci dal 2013.

Accolto calorosamente dal sottosegretario ai Grandi Eventi Sportivi Regione Lombardia, Antonio Rossi (ex atleta delle Fiamme Gialle e campione olimpico di canoa) e dall’assessore allo Sport e Giovani della Regione Lombardia, Martina Cambiaghi, Davide ha ricevuto questo invito dalle Fiamme Gialle quale premio per la brillante stagione appena conclusa, nella speranza che nell’anno olimpico ci siano altre, grandi soddisfazioni: “Felicità dopo aver visto in azione il re Dominik Paris – ha scritto Davide sulla sua pagina ufficiale Facebook – un grazie davvero enorme alle Fiamme Gialle – ha sottolineato – per avermi invitato ed avermi permesso di essere qui oggi a godermi questa spettacolare Coppa del Mondo”.

Davide Re insieme a Antonio Rossi

Un anno davvero speciale il 2019 per lui, quello che si sta concludendo, con la speranza che il 2020 gli porti quel sogno che desidera ardentemente. Le Olimpiadi e il podio a Cinque Cerchi.

E’ stato votato Re come migliore atleta dell’anno nella classe maschile, nel mondo dell’atletica leggera italiana (leggi qui) e il primatista dei 400 metri ci tiene a ringraziare anche i suoi supporters e chi lo ha votato tra gli addetti ai lavori: “Volevo ringraziare tutte le persone che sui social mi hanno votato, insieme alla giuria degli esperti Fidal, come uomo atleta dell’anno Fidal – dichiara un raggiante Re nel video diffuso dalla Fidal, sulla pagina ufficiale Facebook della Federatletica – sono davvero felicissimo ed emozionato. Proprio in un anno in cui l’atletica ha dato concreti segnali di rinascita, vincere questo premio è veramente importante e da valore a questo riconoscimento. Grazie mille e buone feste”.

(Il Faro on line)(foto@Colombo/Fidal)