Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Alessia Zecchini: “La mia speciale vicinanza a malati e medici. Restiamo a casa”

La pluricampionessa mondiale e recordwoman dell’apnea verticale invita tutti a restare a casa per aiutare i medici in prima linea contro il coronavirus

Roma – La Regina degli Abissi si unisce nell’affetto e nella vicinanza ai centinaia di medici e migliaia di malati che in queste ore stanno lottando contro il dramma del coronavirus.

Alessia Zecchini lo scrive con particolare trasporto sulla sua pagina ufficiale Facebook. L’atleta azzurra, che ha collezionato tantissimi record nell’apnea verticale e altrettante medaglie mondiali, non vuole discostarsi dal sentimento nazionale di questi giorni difficili.

Lei, determinata, tenace. Attenta. Unica nel suo sport e imbattibile. Concentrata là sotto, dove esiste un altro mondo e un altro ambiente bellissimo da proteggere. Punta dritta al record Alessia sotto al mare che ammira e che accarezza con pinne e muta, scritto su quel bigliettino appoggiato alla piattaforma, vicina ai fondali oceanici. Niente è impossibile per il cuore di un atleta e la sua forza insegna: “Un pensiero speciale alle vittime e un abbraccio ai loro cari”. Scrive Alessia. Ringrazia i medici la Zecchini e si fa portavoce di tifosi e appassionati di apnea: “Dal profondo del mio cuore, grazie”.

Bisogna avere coraggio per arrivare fin laggiù, dove il mondo umano non esiste. Trattenere il fiato per lungo tempo per prendersi medaglie e record. Come la vita. Laggiù a volte è buio ma la Zecchini non rinuncia ad andare, perchè sa che qualcosa di grande l’attende. Come i medici che stanno lottano in trincea  contro il Covid – 19. Il buio a volte può essere probabilmente tantissimo, ma non bisogna mai smettere di nuotare, fino al successivo record. E quindi fino alla vittoria.

Adesso il primato da battere è vincere la lotta contro il Covid – 19. Il mondo dello sport si unisce ai medici e ai malati. All’intera Nazione. E Alessia ci crede nell’amore collettivo di un Paese che vuole risorgere e invita tutti a restare a casa.

(Il Faro on line)