Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Giovane di 21 anni ucciso a calci e pugni: in manette 4 ragazzi

Il ragazzo, intervenuto nella disputa solo per difendere un amico, sarebbe stato ucciso al culmine di una banale lite con un altro gruppo di giovani

Roma – Paura nella notte di domenica 6 settembre a Colleferro: quattro ragazzi uccidono un giovane di 21 anni a mani nude. I colpevoli sono fuggiti subito dopo il delitto ma gli investigatori, grazie alla conoscenza del territorio e ad alcune testimonianze, li hanno rintracciarti.

Gli uomini sono stati arrestati immediatamente dai carabinieri ad Artena in flagranza di reato con l’accusa di omicidio preterintenzionale. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, il 21enne è stato vittima di un’aggressione in largo Oberdan, dove ci sono alcuni locali.

Il giovane, intervenuto nella disputa solo per difendere un amico, sarebbe stato ucciso a calci e pugni al culmine di una banale lite con un altro gruppo di ragazzi. Il tutto iniziato per futili motivi si è concluso in tragedia, il ragazzo non ha resistito ai colpi ed è arrivato in ospedale già morto.

“Lunedì  7 sarà lutto cittadino alle 12 tutti dovranno fermarsi almeno per un minuto, abbassare le saracinesche e smettere di lavorare per riflettere – ha annunciato il sindaco Pierluigi Sanna -. Chiederò ad Avio ed Italcementi di far suonare le rispettive sirene. Ci costituiremo parte civile nel processo, e con gli altri sindaci non lasceremo sola la famiglia, mai”.

“Molti avvocati, anche da Roma e Frosinone stanno chiamandomi per offrire aiuto. Ai carabinieri abbiamo fornito tutto ciò che potevamo – spiega il primo cittadino -, soprattutto le immagini delle telecamere comunali che avevamo installato di concerto con tutte le forze dell’ordine”.

Chiederò ogni giorno che giustizia venga fatta, chiederò fino allo sfinimento agli inquirenti di fare chiarezza e proteggere i testimoni ed alla magistratura di assicurare pene pesanti ai responsabili di tali efferatezze: l’omicidio di un ragazzo innocente non può passare come passa uno dolore”, ha concluso Sanna.
(Fonte: Adnkronos)

Il cordoglio della Raggi

La morte del giovane Willy Monteiro Duarte per mano di quattro suoi coetanei mi lascia sgomenta”. Così in una nota stampa la Sindaca della Città metropolitana di Roma, Virginia Raggi.

“Non possiamo accettare che un ragazzo di 21 anni perda la vita per voler difendere un suo amico – prosegue – preso di mira per atti di bullismo. Episodi come questi non possono essere tollerati, sono vicina alla famiglia del ragazzo capoverdiano, abbiamo preso contatti con il Sindaco di Colleferro e metteremo a disposizione ogni mezzo per rafforzare una collaborazione istituzionale per stroncare ogni forma di violenza e razzismo“.

La Regione pagherà le spese legali

“La Regione Lazio si impegna a pagare le spese legali nel procedimento per la morte di Willy. Non lasceremo da sola la famiglia di questo ragazzo scomparso, a cui ci uniamo in questo momento difficile”. Lo scrive in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.