Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Mondiali di sci alpino, si va verso un evento a ‘porte chiuse’

Lo ufficializzerà l’organizzazione dopo aver sentito il Comitato Tecnico Scientifico la prossima settimana. Gli atleti resteranno in Italia solo per le gare

Prosegue lo sport a ‘porte chiuse’. E sarà così anche per il primo evento mondiale post lockdown. In un periodo il cui li Covid è ancora presente nelle vite di  tutti, il Mondiale di sci alpino in programma a febbraio a Cortina, non vedrà la partecipazione del pubblico. Neanche in forma minima.

Dall’8 al 21 del mese prossimo la competizione mondiale che torna in Italia dopo tanti anni, centinaia di atleti e rispettive delegazioni arriveranno nel Paese. Ma senza pubblico a cui donare emozioni e con cui condividere le medaglie sul podio. Sarebbe questo l’orientamento ufficiale  del Comitato Tecnico Scientifico. I membri della commissione medica dovrebbero dare indicazioni comunque più specifiche, la prossima settimana. Sarà una riunione a sancire la presenza definitiva  del pubblico. Tuttavia, la curva dei contagi ancora ad un livello importante, potrebbe portare al divieto. A porte chiuse allora le gare del Mondiale italiano.

L’evento si dovrebbe  svolgere nella massima sicurezza per gli atleti e accompagnatori. Tutti dovranno restare nella cittadina italiana il tempo massimo della competizione.  Per evitare assembramenti e possibili  contagi.

(Il Faro online)