Seguici su

Cerca nel sito

Ponte della Scafa, Anas: “Ecco gli interventi di manutenzione e i tempi previsti” fotogallery

Nota di chiarimento dopo le polemiche innescate da Fratelli d'Italia con un'interrogazione al ministro Toninelli. Si palra amnche del viadotto di via dell'aeroporto

Dopo l’articolo pubblicato sull’interrogazione parlamentare di Fratelli d’Italia (relativa al caso del Ponte della Scafa, firmata dall’on. Silvestroni) al ministro Toninelli, e le relative dichiarazioni di esponenti della dirigenza territoriale del partito (leggi qui l’articolo), arriva una nota chiarificatrice dell’Anas.

riapertura ponte della scafa

“Al contrario di quanto riportato – chiarisce l’Anas -, sia la Regione Lazio che Anas (gruppo FS Italiane) hanno già illustrato pubblicamente gli interventi di manutenzione in programma e i relativi tempi previsti, sia in occasione della conferenza stampa di presentazione del passaggio di competenze da Regione ad Anas, tenuta lo scorso 5 febbraio, sia con un comunicato stampa diramato lo scorso 26 febbraio in occasione degli interventi di ripristino dei danni causati dal maltempo.

Nel dettaglio, la strada statale 296 “della Scafa” è rientrata nella competenza Anas lo scorso 21 gennaio (leggi qui il documento). Anas ha quindi pianificato una serie di interventi di manutenzione programmata.

Ponte della Scafa, 3 milioni per la ristrutturazione

Tra questi, rientra l’intervento di ristrutturazione del “ponte della Scafa”, per un investimento di circa 3 milioni di euro, per il quale è in fase di avvio la progettazione. Considerati i tempi minimi di progettazione, approvazione e appalto, l’esecuzione di questi lavori è al momento prevedibile nel 2020. L’intervento riguarda, in particolare, il rifacimento dell’impalcato. Anas ha inoltre previsto interventi di risanamento del piano viabile per 1 milione di euro lungo la SS296 “della Scafa”.

Il nuovo Ponte? Non è di competenza Anas

Al contempo è prevista da parte del Comune di Roma, anche con finanziamento regionale, la realizzazione di un nuovo ponte. Si tratta della costruzione di una nuova opera non di competenza Anas.

Viaotto di via dell’aeroporto, 11 milioni per demolizione e ricostruzione

È infine prevista la demolizione e ricostruzione di parte del viadotto dell’Aeroporto, per un investimento di 11 milioni di euro. Astral sta redigendo il progetto esecutivo oltre al progetto della viabilità alternativa che garantirà il transito durante i lavori”.

Il Piano “Rientro strade”

Nella nota dell’Anas si fa riferimento al piano “Rientro Strade”, avviato di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per la riorganizzazione e ottimizzazione della gestione della rete viaria, che ha l’obiettivo di trasferire alla competenza Anas circa 6.250 km di strade ex statali, regionali e provinciali, che porteranno la nostra rete fino a oltre 30mila km.

Lo scopo principale è quello di garantire la continuità territoriale degli itinerari di valenza nazionale che attraversano le varie regioni, evitando la frammentazione delle competenze nella gestione delle strade e dei trasporti.

L’iter di “rientro” è iniziato nell’agosto 2017 con l’intesa sancita dalla Conferenza Unificata per la revisione delle reti di 11 Regioni per circa 3.500 km di strade ed è proseguito con l’emissione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri il 20 febbraio 2018.