Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

17enne morto accoltellato a Formia: ai domiciliari il presunto aggressore

Domani l'autopsia sul corpo del giovane. L'ira dei familiari: "Questa non è giustizia"

Formia – Va agli arresti domiciliari il 17enne accusato di aver accoltellato a morte un suo coetaneo il 16 febbraio scorso a Formia (leggi qui). Il Tribunale dei Minorenni di Roma, dopo aver convalidato il fermo, ha disposto per il ragazzo della provincia di Caserta, accusato di omicidio, gli arresti domiciliari. L’autopsia sul corpo del ragazzo verrà eseguita domani.

Familiari adirati: “Questa non è giustizia”

Sono indignata. Arrabbiata. Non c’è stato nessun rispetto della nostra famiglia. Romeo a casa non c’è, il suo corpo è ancora sequestrato. Accendere la tv e sapere che questo ragazzo è ai domiciliari ci fa male”, ha detto Daniela, una zia di Romeo, all’Agi, commentando la decisione del tribunale dei minorenni. “Se al posto di mio nipote ci fosse stato il figlio del giudice come sarebbe andata? Sono schifata. Non è giustizia. Il suo aggressore aveva con sé un coltello, non era in giro per una passeggiata”, ha aggiunto.

Omicidio Bondanese: i chiarimenti dell’istituto Celletti

“In ordine ai fatti accaduti in via Vitruvio, nella serata del 16 febbraio 2021, la Comunità Scolastica dell’I.P.S.S.E.O.A. ‘A. Celletti’, nell’esprimere vicinanza e solidarietà alle famiglie dei ragazzi tristemente colpiti dall’accaduto, sente la necessità di precisare che, da puntuali verifiche effettuate dalla scuola e diversamente da quanto riportato da alcuni editoriali, non risulta alcun giovane frequentante l’Istituto, né studente né studente convittore, responsabile dell’azione criminosa. L’occasione ci suggerisce di vigilare con ancor maggior rigore sui nostri ragazzi in rinnovata sinergia con le famiglie”. Così, in una nota, l’istituto Celletti di Formia.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Formia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Formia