Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Draghi tende una mano allo sport: “Settore fondamentale, lo aiuteremo”

Il Primo Ministro ne parla alla Camera durante la discussione alla fiducia del nuovo Governo. Lo sport settore di crescita e di sostenibilità ambientale

Roma – Parole attese quelle di Mario Draghi, dal mondo dello sport. Sono arrivate ieri alla Camera dei Deputati. E’ importante il mondo dello sport per l’Italia come nazione. Sul piano sociale, valoriale, educativo ed economico.

Lo sport non è un settore che dona solamente insegnamenti umani, ma comprende anche un indotto economico e finanziario che va a dare lavoro a milioni di persone. Partecipa al Pil per il 3%, un dato pesantissimo. Ecco allora l’intervento del Presidente del Consiglio, amante dello sport e praticante di atletica leggera: “Il fatto che non ne abbia parlato non vuol dire che non è importante – dice il Premier sui commenti e polemiche  scatenati dopo la lettura dei ministeri, senza citare quello per lo sport – il Governo si è impegnato ad aiutare e sostenere profondamente un settore fortemente radicato nella nostra società e nell’immaginario collettivoprosegue – non solo per l’impatto economico ma per il suo straordinario valore sociale”.

La preoccupazione c’è. Gli impianti chiusi in tutta Italia, palestre e piscine in grave perdita economica, che tocca per entrambe i 10 miliardi di danni finanziari, aspettando di riaprire o essere aiutate con ristori più consistenti. Lo sport di base è fermo. I ragazzi sono a casa, senza potersi frequentare come prima del Covid. Chi fa sport lo pratica all’interno di rigidi protocolli. Lo sci turistico e amatoriale è bloccato dal Covid. Comunque ha un cappio al collo lo sport e vuole rinascere, per ritrovare la brillantezza di un tempo. La rinascita potrà probabilmente passare dalla nomina di un Sottosegretario. Niente Ministero allora nel Governo Draghi. Ma un politico che collaborerà con il Coni e il Comitato Italiano Paralimpico. Si  fanno i nomi di Martello o Marin.

Draghi si è poi soffermato sui grandi eventi  sportivi che ospiterà l’Italia nei prossimi anni. Olimpiadi Invernali nello specifico, insieme tuttavia agli Europei di nuoto,  di atletica e i Giochi del Mediterraneo: “Il lavoro che dobbiamo sviluppare per prepararci al meglio all’evento dei Giochi è già una manifestazione di fiducia nel futuro dell’Italia, oltre che un’occasione per il suo sviluppo, specie nel campo delle infrastrutture, del turismo, dell’innovazione tecnologica, della sostenibilità ambientale“.

Si apre uno spiraglio per lo sport allora, in attesa di rinascere.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport