Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Atletica, Jacobs in Diamond League nei 100 metri: Tokyo si avvicina

Il primatista italiano oggi pomeriggio in gara a Stoccolma, con i velocisti americani. Esame importante come tappa di avvicinamento delle Olimpiadi

Stoccolma – Senza paura, consapevole delle proprie capacità e del nuovo status internazionale che ha raggiunto. Marcell Jacobs non ha mai corso in una tappa di Wanda Diamond League fuori dall’Italia, almeno fino a oggi pomeriggio.

Stoccolma, il Bauhaus-Galan, è il teatro della sua prima uscita all’estero nel principale circuito mondiale, dopo le due partecipazioni al Golden Gala Pietro Mennea di Roma nel 2018 e 2020. Il primatista italiano dei 100 metri, ufficialmente convocato per le Olimpiadi di Tokyo nella distanza su cui ha impressionato con 9.95 e nella staffetta 4×100 (sensazionale frazione da 8.91 alle World Relays) affronta in Svezia due degli sprinter statunitensi di maggior livello: uno di loro, Ronnie Baker, correrà la gara individuale ai Giochi Olimpici, in virtù del secondo posto ai Trials americani di Eugene con 9.85. Dello stesso crono – il secondo al mondo quest’anno – è stato capace Marvin Bracy, al rientro dal fastidio muscolare patito nella semifinale dei Trials che lo ha estromesso dalla finale che metteva in palio Tokyo. Ha invece rinunciato alla vigilia il terzo velocista a stelle e strisce annunciato nei giorni scorsi, Isiah Young, 9.89 a fine maggio. Ma gli stimoli non mancano.

Marcell Jacobs (Fiamme Oro) con il 9.95 di Savona resta il leader europeo stagionale, unico sotto i 10 secondi, meglio di un altro degli avversari in gara a Stoccolma, il britannico Chijindu Ujah (10.03 in stagione). Al via anche il canadese Aaron Brown e lo svedese Henrik Larsson. Sui blocchi si va alle 16.35, per quella che è la quarta uscita stagionale sui 100 metri dell’azzurro campione d’Europa indoor. L’esordio era stato strabiliante a Savona, dopodiché un guaio muscolare all’adduttore lo aveva costretto allo stop, prima del confortante rientro di Chorzow (10.06) e poi del quarto titolo italiano consecutivo conquistato agli Assoluti di Rovereto, sabato scorso, con 10.01 nonostante un metro di vento a sfavore. Stoccolma è il preludio di un altro attesissimo sprint, quello di Montecarlo, venerdì 9 luglio, contro i tre americani qualificati per i Giochi (Bromell, Baker e Kerley), il canadese De Grasse e l’altro azzurro Filippo Tortu. (fidal.it)

(foto@Colombo/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport