Seguici su

Cerca nel sito

Marta Bassino terza nel gigante di Kronplatz: “Molto contenta, potevo fare la differenza”

L’azzurra ancora sul podio. E’ terza e mantiene la leadership in classifica generale

Marta Bassino si conferma sul podio del gigante anche nella difficilissima gara di Kronplatz, sulla pista Erta, che ha messo a dura prova tutte le atlete.

Bassino ha attaccato nella seconda manche dopo essersi classificata al settimo posto a metà gara, con un distacco di oltre un secondo da Michelle Giosin che guidava. Ma nella seconda lo scendario è cambiato ed è emerso l’enorme talento di Tessa Worley che si è conquistata la vittoria numero 14 della carriera, partendo dal quinto posto, sono uscite dal podio Mikaela Shiffrin e Michelle Gisin, che ha letteralmente buttato la gara sul muro finale, quando era nettamente in testa.

Al loro posto sono risalite Lara Gut-Behrami, seconda e in grande forma in questo periodo, staccata di soli 27 centesimi dalla Worley. E, al terzo posto c’è Marta Bassino, con 73 centesimi di ritardo dalla francese, ma capace di agguantare il sesto podio stagionale, con quattro vittorie.

Buona la prova di Sofia Goggia, che recupera quattro posizioni nella seconda manche e si piazza al settimo posto con 1″37 di svantaggio, seguita da Federica Brignone, partita all’attacco nella seconda frazione, per rimanere sul podio sul quale si trovava a metà gara, per poi perdere il ritmo migliore sul muro e concludere all’ottavo posto con 1″44 di distacco dalla leader. Punti anche per Elena Curtoni e Roberta Midali.

Nella classifica di specialità Bassino è sempre più leader con 460 punti, contro i 336 della Worley e i 312 della Gisin. Brignone è quarta con 282 punti.

Marta Bassino: “Sono proprio contenta perché questa era una gara alla quale tenevo molto. E’ stata molto tosta e molto difficile, però quando mi sono trovata in partenza nella seconda ho deciso di buttare giù le punte perché sapevo che nella parte bassa si poteva fare la differenza. E’ andata bene e sono molto contenta“.

Nella prima manche avevo fatto un errore e non mi ero fidata nella parte finale. Prima della seconda mi sono detta “Non è mai finita”. Mi spiace per Michelle perché è in un ottimo stato di forma, però sono contenta di essere salita sul podio anche oggi. E’ una pista molto difficile, in più oggi è come se ci fossero due nevi diverse: in alto dura, in basso cedeva un po’. L’ultima parte è in ombra e con le contropendenze. Bisogna fidarsi dei piedi e andare giù decise. Arrivo ai Mondiali in un bello stato di forma. E’ da inizio stagione che sto sciando bene, speravo di tenere la forma per tutta la stagione e mi sono anche gestita nei momenti in cui magari accusavo maggiormente la stanchezza. Penso di arrivare pronta e spero di divertirmi“.

Ordine d’arrivo GS femminile Kronplatz

  1. Tessa Worley FRA 2’11″38
  2. Lara Gut-Behrami SUI +0″27
  3. Marta Bassino ITA +0″73

(fisi.org)