Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Marta Bassino: “Al Mondiale mi aspetto la medaglia, sono pronta”

Parla la campionessa azzurra dello sci alpino alla vigilia dei Mondiali di Cortina. Lunedì esordio in gara nello slalom

Cortina – Lo sci azzurro attende lei. Una stagione invernale eccezionale e tanti podi conquistati. Marta Bassino, atleta  dell’Esercito, è la stella della Nazionale di sci. Che da lunedì parteciperà ai Mondiali italiani. Già domani comincerà la competizione iridata, però. Lo farà con la cerimonia inaugurale.

La Bassino, carichissima, staccherà dal cancelletto di partenza proprio lunedì 8 febbraio. E punta alla medaglia: “Non lo nascondo, mi aspetto un buon risultato”. A qualche ora dall’inizio dell’evento internazionale italiano, su cui saranno puntati gli occhi di tutto il mondo, con 180 paesi collegati, la bicampionessa di Kranjska Gora parla della sua  vigilia. Lo fa all’AGI e descrive le sue grandi emozioni pre-Mondiale: “Arrivo serena a Cortina. Sono consapevole di aver fatto tutto quello che dovevo”. Purtroppo non ci saranno persone ad applaudirla dagli spalti. I protocolli internazionali e le regole italiane anti Covid lo vietano: “Mi mancherà tantissimo il pubblico”. Dice l’azzurra.

La gara di esordio sarà quello nello slalom gigante. E Marta sogna il primo gradino: “Romperò il ghiaccio nella supercombinata e poi gareggerò nel parallelo individuale”. Lo sci spettacolo, nella sfida doppia a specchio tra atleta e atleta, è sempre molto emozionante e Marta lo sa bene: “Mi diverte molto”.

Un alloro iridato in verità Marta già lo conserva in bacheca. Anzi due. Nella categoria juniores l’attuale prima classificata in gigante ha un oro nello slalom gigante. La sua specialità evidentemente. Nel 2014 la giovane azzurra alzava voce e talento, per farsi conoscere nello sci internazionale. Ed esso ha imparato a scandire il suo nome, accompagnando i suoi successi nel 2019. Ai Mondiali di Are la Bassino vinceva un bronzo a squadre proprio nel parallelo del team event. Saranno 4 le gare che la vedranno protagonista a Cortina. E poker lo ha fatto anche in questa Coppa del Mondo 2020/2021 segnata dalle norme anti Covid. Sul primo gradino del podio per ben quattro volte, in sei slalom disputati, Marta è prima nella classifica generale con 460 punti. Una gigante nel gigante mondiale. E allora i sogni a Cortina sono importanti. Ma lei sente la pressione addosso? Risponde: “Non accuso pressione, l’obiettivo è di disputare al meglio le mie gare perché sto facendo la cosa che mi piace di più, sciare. Certoaggiunge dispiace molto per Cortina che dopo tante candidature adesso non può accogliere i tifosi”.

La doppia vittoria di Kranjska Gora ha segnato la sua stagione invernale: “E’ stato un momento fantastico quello. Mi piace sciare su piste dure ma non estremamente, un po’ di grip deve esserci secondo me: la pista era molto ghiacciata, la sensazione era di avere sci senza lamine”. E come sarà invece la pista di Cortina? Saprà Marta sciare al meglio sotto il cielo italiano? “A Cortina la neve non sarà così dura, sia perché è prevista neve ma anche perché prima si disputeranno le gare veloci”.

Sono state organizzate quattro ‘bolle anti Covid’ a Cortina. Gli atleti, che non parteciperanno alla cerimonia di apertura, dovranno rigorosamente rispettare le regole e saranno continuamente monitorati: “Siamo sempre distanti tra noi, indossiamo la mascherina ovunque tranne in gara e in allenamento, siamo super controllate con tamponi prima di ogni gara e poi l’attenzione è massima perché se risulti positiva non puoi gareggiare”.

E’ pronta Marta a sfidare il mondo e a conquistare il podio iridato. E sotto il cielo azzurro di Cortina, tutto sarà probabilmente più facile. E per una campionessa del suo calibro, lo è di più.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport