Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Mondiali di sci, alla cerimonia di apertura Tina Maze e Jacopo Mastrangelo

Protagonisti d’eccezione all’evento di apertura domani alle 18. Le Frecce Tricolori voleranno sopra le Dolomiti

Cortina – Ci sarà anche Jacopo Mastrangelo alla cerimonia d’apertura dei Mondiali di sci alpino, in programma da domani a Cortina. Il giovane chitarrista che ha incantato l’Italia con le sue melodie dal tetto di casa sua, con veduta mozzafiato di Piazza Navona e Roma intorno, durante il lockdown (leggi qui), sarà uno dei protagonisti musicali del concerto in evento.

Jacopo si esibirà in un suggestivo concerto insieme a Gianna Nannini, Francesco Gabbani, Francesco Montanari, Alfa e Andrea Casta. Prenderà il via su Raidue alle 18 la cerimonia e il concerto sul palco allestito, ai piedi  delle montagne di Cortina, sarà una delle esibizioni più emozionanti. Chissà se Jacopo suonerà ancora le sue musiche ispirate ad Ennio Morricone e ai cantanti italiani più importanti? Si scoprirà pian piano e intanto gli spettatori e  gli appassionati di sport potranno godere delle altre esibizioni in programma.

La cerimonia sarà presentata da Petra Loreggian. La conduttrice di Radio Dimensione Suono accompagnerà lo svolgersi dell’evento, tra interventi prestigiosi del mondo istituzionale e sportivo. Farà da ‘racconto stile favola’ per tutto ciò che nella cerimonia si svolgerà dalle 18. E’  dal 1956 che Cortina non ospitava i Mondiali e questo farà da apripista ai Giochi Invernali di Milano Cortina 2026. E’ anche un esame importante per l’Italia, ai tempi del Covid. Tamponi continui, quattro bolle che proteggeranno gli atleti e sicurezza ai massimi livelli. L’evento di apertura è organizzato dalla Fondazione Cortina 2021. Il presidente di esso Alessandro Benetton dichiara: “Andrà in scena l’Italia migliore”. Benetton prosegue: “Renderemo onore al nostro Paese. Faremo squadra, guarderemo al futuro. La nostra speranza è che lo scenario delle nostre splendide Dolomiti (patrimonio Unesco) possano donare speranza al mondo”.

Il concept dell’evento descriverà i valori dello sport, visti come linfa di crescita e sviluppo del territorio. Una delle leve fondamentali nell’organizzazione di una manifestazione del genere. Base dell’eredità futura che Cortina si porterà dietro, fino alle Olimpiadi. Una cerimonia dal forte valore simbolico quindi. E anche. Nei cieli di Cortina, come accadde per Torino 2006, voleranno le Frecce Tricolori. Un momento  sicuramente molto emozionante da brividi. La cerimonia comprenderà anche delle esibizioni ispirate al Carnevale di Venezia. In questo scenario sarà accolta Tina Maze. La campionessa olimpica e mondiale indosserà un abito  firmato da Antonia Sautter, di un importante atelier veneziano.

E a guardare, le delegazioni sportive  di tutto il mondo. Sfileranno ognuna con la propria bandiera e il Tricolore a fare da padrone da casa. Un Tricolore che ha suscitato molti interrogativi nei giorni precedenti. Il ‘decreto Cio’ ha salvato probabilmente anche i Mondiali di Cortina. E la bandiera sventolerà verso il futuro. Dando il via ai Mondiali dell’era Covid.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport