Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Addio a Saccaro, spadista d’oro a Roma ’60, Scarso: “Se ne va la storia della scherma”

Lo sport italiano perde un campione che ha scritto la storia delle Olimpiadi. Il cordoglio di Malagò e della Federscherma

Roma – E’ scomparso il 18 febbraio Gianluigi Saccaro, l’ultimo rappresentante della squadra di spada che vinse l’oro olimpico ai Giochi di Roma 1960 composta fra gli altri da Giuseppe Delfino, Edoardo Mangiarotti, Carlo Pavesi e Alberto Pellegrini. Saccaro, 82 anni, in carriera vinse anche altre due medaglie olimpiche, l’argento a squadre a Tokyo 1964 e il bronzo nella spada individuale a Città del Messico 1968, oltre ai due titoli mondiali di squadra nel 1957 e 1958.

Con Saccaro se ne va un pezzo della storia della scherma – ha commentato il presidente della Federazione italiana scherma Giorgio Scarsofaceva parte di quella pattuglia di grandi schermidori che hanno onorato l’Italia tra gli anni ‘50 e gli anni ‘60 ed è stata una persona capace di dare la sua presenza in tutti i momenti importanti, anche negli ultimi anni. Con stile, garbo e classe ha interpretato la scherma a 360 gradi. Lo ricorderemo come uno dei nostri più grandi campioni”.

Ha voluto rivolgere un pensiero a Gianluigi Saccaro anche Carola Mangiarotti, figlia di Edoardo, che con lui aveva condiviso tanti successi. “Gianluigi Saccaro era il più giovane della squadra olimpica di Roma 1960ha dettoma negli ultimi anni di carriera ha anche tirato nel nostro circolo, diventandone anche consigliere. L’ho sempre ammirato come schermidore, era un atleta bello da vedere, ma ci legava anche una grande amicizia. L’ultima volta che l’ho visto è stato al centenario di papà, il 25 maggio 2019. È l’ultimo pezzo di un’epoca che finisce”.

Nel 2015 Saccaro è stato insignito del Collare d’Oro Coni al merito sportivo, la massima onorificenza sportiva italiana.

La Federazione italiana Scherma esprime tutto il suo cordoglio per questa grave perdita.

Anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, in un messaggio ha espresso il cordoglio a nome dello sport italiano, stringendosi ai familiari di Gianluigi ed abbracciando la Federscherma nel ricordo di uno dei protagonisti di Roma ’60 e di altre pagine importanti della storia olimpica azzurra.

Di seguito l’ultima intervista realizzata a Gianluigi Saccaro in occasione dei 111 anni della Federazione.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport