Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Europei di nuoto, l’Italia da record conquista 27 medaglie

Il direttore tecnico della Nazionale Butini: “Risultati eccezionali”. 5 ori, 9 argenti e 13 bronzi in piscina

L’Italnuoto dei record lascia la 35esima edizione dei Campionati Europei aggiornando tutti i riferimenti storici: con 5 ori – tre di Simona Quadarella che si conferma campionessa del mezzofondo come a Glasgow 2018, Margherita Panziera bis nei 200 dorso e nei 50 rana della 16enne Benedetta Pilato che diventa anche la più giovane primatista mondiale italiana della storia – più 9 argenti e 13 bronzi per un totale di 27 medaglie, cinque in più dell’edizione di Glasgow 2018 (22; 6-5-11) e di Debrecen 2012 (18; 6-8-4) che resta quella con più ori.

Gli azzurri hanno registrato 52 presenze gara in finale e migliorato 31 primati personali e 10 record italiani oltre al mondiale e hanno vinto la classifica per nazioni con 921 punti, precedendo Gran Bretagna (833), Russia (734), Ungheria (623) e Olanda (394). Nel medagliere si finisce al terzo posto alle spalle di Gran Bretagna (10-9-6) e Russia (9-4-8), ma al primo posto per numero di medaglie.

“Al di là delle medaglie la squadra si è comportata in maniera impeccabile anche grazie alla scrupolosa organizzazione della LEN – afferma il direttore tecnico Cesare Butini – Questo europeo ha consentito agli atleti di confrontarsi a livello di eccellenza e misurare il proprio livello di preparazione malgrado coronavirus e problemi legati all’utilizzo delle piscine, ma anche dal punto di vista metodologico perché in calendario tra i campionati italiani e il Sette Colli che completerà la squadra olimpica. Complimenti a ragazzi, ai tecnici e alle società che hanno focalizzato l’attenzione su questo evento nell’ambito di una preparazione e di una stagione complesse. Le Olimpiadi saranno tutt’altro evento. Vi parteciperanno Stati Uniti, Australia, Cina e altri paesi leader del nuoto. Ma intanto godiamoci le conferme importanti dei leader, la solidità delle staffette, tutte qualificate ai Giochi, e le novità come la straordinaria Pilato o l’emergente Razzetti, che oggi ha conquistato una medaglia partendo dalla batteria più lenta delle eliminatorie, che stanno crescendo protetti da campioni affermati come Paltrinieri e Pellegrini”.

Medagliere (5-9-13)

Oro

Simona Quadarella negli 800 stile libero in 8’20″23

Simona Quadarella nei 1500 stile libero in 15’53″59

Simona Quadarella nei 400 stile libero in 4’04″66

Benedetta Pilato nei 50 rana in 29″35

Margherita Panziera nei 200 dorso in 2’06″08

Argento

Staffetta 4×200 stile libero mixed in 7’29″35 RI

– con Stefano Ballo 1’46″96, Stefano Di Cola 1’46″16, Federica Pellegrini 1’55″66, Margherita Panziera 2’00″57

Gregorio Paltrinieri nei 1500 in 14’42″91

Alessandro Miressi nei 100 stile libero in 47″45 RI

Arianna Castiglioni nei 100 rana in 1’06″13

Federico Burdisso nei 200 farfalla in 1’54″28 RI

Federica Pellegrini nei 200 stile libero in 1’56″29

Margherita Panziera nei 100 dorso in 59″01

Gregorio Paltrinieri negli 800 stile libero in 7’43″62

Alberto Razzetti nei 400 misti in 4’11″17 pp

Bronzo

4×100 stile libero maschile in 3’11″87

– con Alessandro Miressi 47″74 RI, Lorenzo Zazzeri 48″30, Thomas Ceccon 47″98, Manuel Frigo 47″85

Domenico Acerenza nei 1500 in 14’54″36

Martina Carraro nei 100 rana in 1’06″21

4×200 stile libero maschile in 7’06″05

– con Stefano Ballo 1’47″30, Matteo Ciampi 1’46″17, Marco De Tullio 1’46″02, Stefano Di Cola 1’46″56

Alberto Razzetti nei 200 misti in 1’57″25

4×100 mista mixed in 3’42″30 RI

– con Margherita Panziera 59″55, Nicolò Martinenghi 58″05, Elena Di Liddo 57″54, Alessandro Miressi 47″16

Martina Rita Caramignoli nei 1500 stile libero in 16’05″81

4×200 stile libero femminile in 7’56″72

– con Stefania Pirozzi 1’59″63, Sara Gailli 1’59″94, Simona Quadarella 2’00″61, Federica Pellegrini 1’56″54

Gabriele Detti negli 800 stile libero in 7’46″10

Nicolò Martinenghi nei 50 rana in 26″68

4×100 stile libero mixed in 3’22″64 RI

– con Alessandro Miressi 47″63, Thomas Ceccon 47″59, Federica Pellegrini 53″58, Silvia Di Pietro 53″84

4×100 mista maschile in 3’29″93 RI

– con Thomas Ceccon 53″59, Nicolò Martinenghi 57″84, Federico Burdisso 51″29, Alessandro Miressi 47″21

4×100 mista femminile in 3’56″30 RI

– con Margherita Panziera 59″71, Arianna Castiglioni 1’05″66, Elena Di Liddo 57″27, Federica Pellegrini 53″66

(federnuoto.it)

(foto@DeepBlueMedia/Federnuoto)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport