Seguici su

Cerca nel sito

Dpcm di Natale, restano chiuse palestre e piscine, fino a gennaio

Le Regioni attendevano decisioni diverse circa gli impianti sportivi. In queste ore la bozza dei provvedimenti sul tavolo

Mancano poche ore all’ufficialità del Presidente del Consiglio, ma la bozza del nuovo Dpcm, approvata questa notte sarà quella accompagnerà la vita degli italiani per il Natale 2020Capodanno 2021. Per lo sport non cambia nulla.

Restano autorizzati gli allenamenti degli atleti professionisti e di interesse nazionale, in ambito professionistico e  dilettantistico, ma che svolgano competizioni su base nazionale. Anche le competizioni sportive sono autorizzate, svolte all’interno dei protocolli sanitari accordati tra Coni, Federazioni Sportive e Governo. Non è stata accolta la richiesta delle Regioni, che hanno in questi minuti, la bozza sul tavolo. I governatori avevano lanciano un appello a Conte, perché potesse riaprire gli impianti sportivi chiusi. Nulla di fatto.

Mentre il Governo aspetta che esse possano dare il loro consenso unanime, restano ferme palestre, piscine, e con esse anche centri sportivi e centri termali. L’attività sportiva e motoria è consentita nel rispetto del distanziamento sociale, anche nei parchi e nelle aree attrezzate. Come indicato dai precedenti provvedimenti.