Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Arte “porno” alle elementari, Di Giovanni-Costanza (M5S): “Un errore gravissimo. Si faccia chiarezza su questo scandalo”

"Il sistema di controllo, che avrebbe dovuto fare da filtro ha miseramente fallito"

Fiumicino – “Siamo rimasti davvero scioccati nel vedere le immagini, pubblicate sui giornali e sui quotidiani nazionali, dei libri forniti alle scuole elementari (leggi qui) prodotte e distribuite dalla fondazione Benetton, che potevano finire nelle mani di bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni”. Così, in una nota congiunta, il capogruppo M5S del Municipio Roma X Antonino Di Giovanni e il consigliere comunale M5S di Fiumicino Walter Costanza.

“Credo fermamente, – afferma Walter Costanza – che ci siano mille modi per far conoscere il corpo umano e la sessualità ai bambini, ma di certo questo non è quello più adatto, anzi sono rimasto scioccato dalle immagini esplicite che raffiguravano scene imbarazzanti”.

“Si faccia chiarezza al più presto – sostiene il Capogruppo pentastellato del limitrofo territorio di Ostia, Antonino Di Giovanni – su questa triste, quanto imbarazzante vicenda, che non oso nemmeno immaginare, se fosse successa nel X Municipio di Roma, quante urla di dimissioni del Sindaco si sarebbero sollevate. Ma ovviamente siamo a Fiumicino e lì la Raggi, su cui scaricare tutte le colpe del mondo, non c’è.

“Ora poco importa se qualcuno le ha definite opere artistiche, a mio avviso di dubbio gusto, o chi abbia fornito simili libricini – prosegue Di Giovanni -, ma sta di fatto, che il sistema di controllo, che avrebbe dovuto fare da filtro prima che i testi arrivassero nelle classi e, di conseguenza, con molta probabilità in mano ai bambini, non ha funzionato, anzi, ha miseramente fallito visto che le immagini contengono esplicitamente peni, ani e vulve stilizzate, oltre ad immagini con tanto di corredo pornografico testuale ed inviti palesi al sesso orale, che non lasciano nulla all’immaginazione”.

“Non ci interessa – conclude Costanza – che il Comune di Fiumicino, con una nota (leggi qui), abbia ammesso l’errore fornendo alcune precisazioni, per noi del Movimento 5 Stelle la diffusione di questi libri nelle scuole con immagini non adatte a un pubblico di bambini è stato un errore gravissimo, che spero, il neo garante all’infanzia Antonella Maucioni, nominata proprio in questi giorni, faccia in modo che non si ripeta mai più”.
(Il Faro online)