Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Flash Jacobs primatista italiano dei 100 metri: “Ancora non ci credo..”

E’ forte l’emozione per il nuovo recordman azzurro. Tortu: “Complimenti. Ci vediamo in pista”

Savona – Flash Jacobs ha stupito tutti. E’ dall’inizio della stagione dell’atletica che lo fa. Sin dal mese di febbraio. E’ cresciuto Marcell a coperto macinando metri e mangiandosi secondi e centesimi, sempre di più. E il record italiano conquistato oggi a Savona nei 100 metri (un Meeting in cui Marcell nel 2018 fece 10”04) se l’è portato dentro anche mentre correva i 60 metri.

L’oro europeo conquistato a Torun, lo scorso inverno, ne è stato il simbolo e anche il preludio: quanto avrebbe corso sui 100 metri? Se la medaglia del titolo aveva segnato 6”47 con migliore prestazione mondiale stagionale? Se l’era chiesto il nuovo primatista italiano. E il primato del pomeriggio del 13 maggio è arrivato a stupire, ma è giunto anche aspettato. I tempi registrati sino ad ora da Jacobs (come il tempo in staffetta in Polonia di 8”91) facevano ben sperare e allora la storia si è scritta di nuovo. A tre anni dal record nazionale di Filippo Tortu con 9”99 (leggi qui) ecco che Jacobs ha limato quel tempo, scendendo di 4 centesimi: “Non ho realizzato quello che è successo, lo farò stasera, quando sarò a letto e so già che non prenderò sonno”.  Ne è sicuro Marcell. L’adrenalina scorre ancora nelle vene. Quegli applausi ricevuti, come la festa intorno a lui al Meeting di Savona, lo hanno caricato a mille. Ha dovuto rinunciare però alla finale della competizione. E spiega, come riportato dal sito ufficiale della Federazione Italiana Atletica Leggera: “Avrei voluto correre la finale, ma mentre mi scaldavo ho avuto un piccolo crampo al polpaccio e non ho voluto rischiare nulla, visto che è soltanto la prima gara della stagione. Il mio obiettivo era scendere sotto i dieci secondi e ce l’ho fatta… ora testa alla prossima gara, sabato 22 a Rieti”.

“Sono contento perché in generale faccio tanti paragoni con le indoor – prosegue a dire il primatista italiano dei 100 metri – se penso che nella prima uscita al coperto ho corso 6.55 e poi ho migliorato gara dopo gara fino a 6.47, mi auguro che avvenga lo stesso nei 100 metri”.

Un record eccezionale. L’Italia sta crescendo nella velocità e crea duelli in casa ambiziosi e stimolanti, che fanno bene al movimento azzurro: “Complimenti a Marcell”. Tra i primi a congratularsi con lui è stato proprio l’ex primatista italiano dei 100 Filippo Tortu. L’atleta delle Fiamme Gialle non lascerà passare il risultato di Jacobs, tentando lui stesso di migliorarlo: “Ci stimoliamo a vicenda, anche a distanza. Questo nuovo record mi stimolerà ancora di più. Bravo Marcell! Ci vediamo in pista”. L’appuntamento dovrebbe essere quello del 22 maggio a Rieti. Amici nella vita, atleti gioiello della Nazionale. Patrimonio sportivo da far crescere. In vista delle Olimpiadi l’Italia può sognare traguardi mai immaginati prima.

(foto@Colombo/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport