Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Coppa del Mondo, Bassino è argento nel gigante: “Una bella carica per le finali”

L’azzurra piazza il risultato a 1"24 dalla prima. Quinta in classifica generale

Una grande Marta Bassino coglie il miglior risultato della stagione nell’ottavo gigante di Coppa del Mondo femminile sulla pista svedese di Are.

La piemontese del Centro Sportivo Esercito, terza quest’anno negli appuntamenti di Courchevel e Kranjska Gora, si è piazzata seconda nella gara vinta nettamente da Petra Vlhova. La detentrice della sfera di cristallo ha commesso un errore grave nella prima manche, insufficiente tuttavia a intaccare la sua supremazia, uscita imperiosa nella seconda parte, dove Bassino è stata bravissima a tenere lontana il resto della concorrenza, concludendo a 1″24 dalla vincitrice, per quello che il podio numero 20 della carriera. Un risultato fondamentale, capace di regalare alla vincirice della coppa di specialità nel 2021 grande fiducia in vista delle finali di settimana prossima fra Courchevel e Meribel. Completa il podio Mikaela Shiffrin, sempre leader della classifica generale, mentre Sara Hector, terza a metà gara, è uscita dopo poche parte della seconda manche,e adesso vede avvicinarsi nella graduatoria di specialità Tessa Worley, quarta al traguardo e lontana appena 5 punti.

(foto@fisi.org) Marta Bassino

A punti è finita anche Karoline Pichler, ventiseiesima, mentre è uscita nella prima manche Federica Brignone. La valdostana è rimasta agganciata ad un palo con un braccio a circa quattro porte dalla conclusione ed è finita sulla neve: per lei una leggera distorsione alla spalla sinistra. Roberta Midali e Roberta Melesi sono uscite al pomeriggio, Asja Zenere non si è qualificata per la seconda parte di gara.

La classifica generale vede in testa sempre Shiffrin con 1216 punti davanti a Vlhova con 1139, Brignone è terza con 931 e Goggia quarta con 851. La graduatoria di gigante registrail primo posto Hector con 522 punti, ma Worley si avvicina a 517 punti, Shiffrin è terza con 471, con Bassino quinta con 276 e Brignone sesta con 216. Queste ultime due sono qualificate per diritto alla finale di Meribel, alla quale prenderanno parte anche Curtoni e Goggia per avere conquistato oltre 500 punti in Coppa del Mondo.

“E’ stata gara tostissima, visti i miei precedenti della stagione – ha detto la Bassino – Nella prima manche ho avuto rispetto della pista e sapevo che Vhlova aveva una marcia in più rispetto alle altre nonostante l’errore commesso. Nella seconda sapevo che la pista era rovinata, si trattava solamente di tenere duro piuttosto che pensare a sciare bene per fare le cose precise, così ho attaccato a tutta per tirare fuori la grinta. Complimenti alla vincitrice che è stata bravissima. Io sono molto felice, è una bella carica per le finali di settimana prossima in Francia”. (fisi.org)(foto@fisi.org)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport